I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

Scelti da voi

Didone

di Maria Nicole Iulietto

Didone

 
Alessia Roberta Scopece

Un invito, poi un viaggio

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 

Foggiani

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 

Il Maestro Rotelli

ù"Il Maestro Rotelli" vuole essere un omaggio ad un conterraneo artigiano del linguaggio, ad un’artista del verso che, come altri della sua generazione, scrive per dovere morale. È concepito per celebrare l’eclettismo, la mitopoiesi e soprattutto l’onestà e il coraggio di un poeta e di un uomo d’altri tempi, vissuto a Torremaggiore.

 

Ricordare...

Cosa spinge una persona a scrivere del proprio paese? Senz’altro l’amore che nutre per la sua comunità dove è nato, cresciuto e continua, pur con grandi sacrifici, a vivere. Ma non è solo questo.

 
Sabato 20 e domenica 21 settembre

Che la grande festa degli italiani cominci: a Peterborough

17/09/2014

And then without further ado, the Italian Festival will return for its sixth year on 20 and 21 September. New for this year are performances by a Sicilian brass band and Italian pop group, boxing demonstrations and a display of Italian cars. Also returning is a pop-up restaurant on Cathedral Square on the Saturday night. Peterborough is set to host a feast of all things Italian with the city’s two-day Italian Festival returning to Cathedral Square on Saturday 20 and Sunday 21 September 2014.

 
  • Non si può non convenire sul fatto che l’analisi del Fortleben dei classici nel loro impiego scolastico costituisce una ulteriore occasione di riflessione sulla capacità impressionante degli antichi di precorrere i tempi anche in una sfera nevralgica e quanto mai attuale come quella didattica.

    n., Il ruolo della Scuola nella tradizione dei classici latini

Prezzo di vendita 40,00

Commenti 0

Dettaglio prodotto

ISBN 9.788.865.721.612

Curatore G. M. Masselli - F. Sivo

Collana Echo

Anno Pubblicazione 05/07/2017

Paese di pubblicazione Italia

Legatura Brossura

Dimensioni 14x21

N° Pagine 622

Lingua Testo italiano - latino - greco

Disponibilità Si

2 voll.

Il ruolo della Scuola nella tradizione dei classici latini

Esprimi il tuo giudizio

Tra Fortleben ed esegesi

Non si può non convenire sul fatto che l’analisi del Fortleben dei classici nel loro impiego scolastico costituisce una ulteriore occasione di riflessione sulla capacità impressionante degli antichi di precorrere i tempi anche in una sfera nevralgica e quanto mai attuale come quella didattica.

Ancora una volta, se si adotta un minimo di buon senso, la loro lezione si rivelerebbe risolutiva - specie in un momento così problematico per l’istruzione italiana - e la scuola dell’antica Roma, con le sue propaggini fino alle singole realtà provinciali del tardo impero, potrebbe configurarsi né più né meno come quella “scuola del futuro” inseguita dai nuovi pionieri della didattica e percorsa da pratiche formative infarcite di anglicismi altisonanti (ma che a malapena riescono a celare il loro radicamento in contesti a noi ben noti). [...] Non poco gli orientamenti scolastici antichi avrebbero poi da insegnarci in termini di apertura mentale, coerenza e onestà intellettuale con riguardo alla selezione dei capisaldi della formazione letteraria, dei grandi “classici”.

Il volume raccoglie gli atti del Convegno Internazionale svoltosi a Foggia, dal 26 al 28 ottobre 2016.

INDICE:

VOLUME I

Presentazione di Giovanni Cipriani 

- Il sogno d’Europa di Ezio Pellizer 

- Leggere gli Annales di Ennio a Costantinopoli di Paolo Mastandrea 

- Spiegare i poeti: il lessico tecnico dei commentatori: Servius altiloqui retegens archana Maronis di Marisa Squillante - Il biasimo e l’elogio delle scelte del poeta negli antichi esegeti oraziani di Concetta Longobardi 

- Dal teatro alla scuola: Plauto e i grammatici di Alessandro Lagioia 

- Una lezione di Poetica: Properzio, Virgilio, Linceo di Rosa Maria Lucifora 

- L’Eneide nella scuola tardoantica di Fabio Stok 

- L’oceano e le maree da Lucano a Macrobio: scholia, esegesi e riscritture di Raffaella Tabacco 

- Serie lessicografiche: influenza di modelli grammaticali sulla composizione di Xenia e Apophoreta di Gabriella Moretti 

- Poeti latini nel Florilegium Thuaneum: genesi e destinazione di un’antologia proto-carolingia di Adriano Russo

VOLUME II

- I florilegi prosodici e la trasmissione degli autori classici nella scuola medievale di Angela Cossu 

- L’introduction en Italie des scholies de Remi d’Auxerre sur Juvénal di Frédéric Duplessis 

- La tradizione scoliastica a Persio e Giovenale nel Polittico di Attone di Vercelli e nelle sue glosse (953-958) di Giacomo Vignodelli 

- Tracce di cultura filosofica nei Commenta Bernensia a Lucano di Nicola Lanzarone 

- Virgilio nelle Glosule super Lucanum di Arnolfo d’Orléans di Paolo Esposito 

- Per un’estetica del ‘rovescio’: la vituperatio vetulae tra retorica e parodia di Francesca Sivo

- Il commentum: un «genere» di scuola. Nicola Trevet, Giovanni Segarelli e le Tragoediae di Seneca di Clara Fossati 

- Didattica e pedagogia nella Roma del primo Cinquecento di Domenico Defilippis 

- Pedagoghi, pedanti e filologi nella Napoli rinascimentale di Sebastiano Valerio

Nella stessa collana: