I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

Scelti da voi

Didone

di Maria Nicole Iulietto

Didone

 
Alessia Roberta Scopece

Un invito, poi un viaggio

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 

Foggiani

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 

Il Maestro Rotelli

ù"Il Maestro Rotelli" vuole essere un omaggio ad un conterraneo artigiano del linguaggio, ad un’artista del verso che, come altri della sua generazione, scrive per dovere morale. È concepito per celebrare l’eclettismo, la mitopoiesi e soprattutto l’onestà e il coraggio di un poeta e di un uomo d’altri tempi, vissuto a Torremaggiore.

 

Ricordare...

Cosa spinge una persona a scrivere del proprio paese? Senz’altro l’amore che nutre per la sua comunità dove è nato, cresciuto e continua, pur con grandi sacrifici, a vivere. Ma non è solo questo.

 
Sabato 20 e domenica 21 settembre

Che la grande festa degli italiani cominci: a Peterborough

17/09/2014

And then without further ado, the Italian Festival will return for its sixth year on 20 and 21 September. New for this year are performances by a Sicilian brass band and Italian pop group, boxing demonstrations and a display of Italian cars. Also returning is a pop-up restaurant on Cathedral Square on the Saturday night. Peterborough is set to host a feast of all things Italian with the city’s two-day Italian Festival returning to Cathedral Square on Saturday 20 and Sunday 21 September 2014.

 
  • n., Cecco d'Ascoli

Prezzo di vendita 1,00

Commenti 0

Dettaglio prodotto

ISBN 8.888.021.205

Collana Il tempo e la memoria

Anno Pubblicazione 30/06/2003

Paese di pubblicazione Foggia, Italia

Legatura Spillato

Dimensioni 12x17

N° Pagine 24

Numero edizione I

Lingua Testo Italiano

Disponibilità Poche

Spese di spedizione 3

Destinatari Pubblico generico

Cecco d'Ascoli

Esprimi il tuo giudizio

Una piazza a due Cecchi e un Cecco a due piazze

Gli Ascolani non sanno che la piazza centrale del loro paese porta il nome di un delinquente, un brigante del Tredicesimo secolo. Hanno sempre creduto che Piazza Cecco d’Ascoli rappresentasse la memoria vivente d un compaesano illustre, un intellettuale tanto importante e così preparato culturalmente da scendere in disputa con Dante, del quale criticò la Divina Commedia ma ne apprezzava le conoscenze astronomiche. A Francesco Stabili - l’intellettuale in questione - Pasquale Rosario, il più famoso degli storici di Ascoli Satriano, dedicò nel ‘900 un’opera testimoniava le origini ascolane di Cecco, detto appunto Cecco d’Ascoli; e l’amministrazione comunale dell’epoca deicse di dedicare a lui lo slargo principale del paese. Tre secoli dopo si scopre che Cecco l’intellettuale era sì di Ascoli, ma di Ascoli Piceno; e che l’unico Cecco d’Ascoli “nostrano” , contemporaneo del’altro Cecco, fu un brigante di Ascoli Satriano identificato il 15 aprile del 1319 mentre a capo della sua banda saccheggiava i mercanti di passaggio a Pontecorvo sulla direttrice Puglia-Campania, verso il Beneventano. In questo “quaderno” di studi, della serie promossa dal Circolo Nuovo di Ascoli Satriano su iniziativa del suo presidente Raffaele Mele, lo storico Francesco Capriglione, anch’egli originario di Ascoli, dimostra la verità dei fatti.

Nella stessa collana:

VelEni

VelEni

Prezzo di vendita 13,00