I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

Alessia Roberta Scopece

Un invito, poi un viaggio

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 

Foggiani

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 

Il Maestro Rotelli

ù"Il Maestro Rotelli" vuole essere un omaggio ad un conterraneo artigiano del linguaggio, ad un’artista del verso che, come altri della sua generazione, scrive per dovere morale. È concepito per celebrare l’eclettismo, la mitopoiesi e soprattutto l’onestà e il coraggio di un poeta e di un uomo d’altri tempi, vissuto a Torremaggiore.

 

Ricordare...

Cosa spinge una persona a scrivere del proprio paese? Senz’altro l’amore che nutre per la sua comunità dove è nato, cresciuto e continua, pur con grandi sacrifici, a vivere. Ma non è solo questo.

 
Sabato 20 e domenica 21 settembre

Che la grande festa degli italiani cominci: a Peterborough

17/09/2014

And then without further ado, the Italian Festival will return for its sixth year on 20 and 21 September. New for this year are performances by a Sicilian brass band and Italian pop group, boxing demonstrations and a display of Italian cars. Also returning is a pop-up restaurant on Cathedral Square on the Saturday night. Peterborough is set to host a feast of all things Italian with the city’s two-day Italian Festival returning to Cathedral Square on Saturday 20 and Sunday 21 September 2014.

 
  • Nel 1546 Benedetto Varchi rappresentava dinanzi a Cosimo I de’ Medici La suocera, riscrittura in lingua fiorentina dell’Hecyra di Terenzio, assecondando così il gusto dell’epoca, ossia quello di innestare in un nuovo scenario culturale schemi classici. 

    n., Una 'Suocera' a teatro

Prezzo di vendita 30,00

Commenti 0

Dettaglio prodotto

ISBN 9.788.865.721.193

Collana Echo

Anno Pubblicazione 06/02/2014

Legatura Brossura

Dimensioni 14X21

N° Pagine 388

Numero edizione I

Disponibilità Si

Una 'Suocera' a teatro

Esprimi il tuo giudizio

Da Terenzio a Benedetto Varchi

Nel 1546 Benedetto Varchi rappresentava dinanzi a Cosimo I de’ Medici La suocera, riscrittura in lingua fiorentina dell’Hecyra di Terenzio, assecondando così il gusto dell’epoca, ossia quello di innestare in un nuovo scenario culturale schemi classici. 

Il dotto Accademico fiorentino forniva un exemplum di rifacimento di un ‘plot’ antico, frutto di riprese, approfondimenti e ampliamenti di spunti presenti nel modello: il risultato è ottenuto mediante una sapiente commistione fra elementi di provenienza terenziana e quelli di cultura coeva, sperimentando una combinazione fra vecchio e nuovo idonea ad evidenziare un messaggio di moralità e, insieme, di tenuta letteraria del volgare fiorentino. Il presente lavoro, inserendosi nel panorama degli studi sulla fortuna dell’antico, intende offrire un contributo teso a cogliere le peculiarità del rifacimento d’epoca rinascimentale, senza prescindere da un approfondito esame del modello antico. A tal fine, l’analisi della commedia del Varchi è preceduta da uno studio sull’Hecyra di Terenzio (saggio introduttivo, traduzione e commento), funzionale non solo alla comprensione delle caratteristiche comportamentali dei personaggi e delle strutture comunicative messe in atto dal commediografo latino per dar voce ai suoi ideali culturali, ma anche ad una corretta valutazione delle modalità di riscrittura della fabula terenziana da parte di Benedetto Varchi, nella cornice della Firenze del ‘500.

Nella stessa collana: