I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

Scelti da voi

Didone

di Maria Nicole Iulietto

Didone

 
Alessia Roberta Scopece

Un invito, poi un viaggio

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 

Foggiani

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 

Il Maestro Rotelli

ù"Il Maestro Rotelli" vuole essere un omaggio ad un conterraneo artigiano del linguaggio, ad un’artista del verso che, come altri della sua generazione, scrive per dovere morale. È concepito per celebrare l’eclettismo, la mitopoiesi e soprattutto l’onestà e il coraggio di un poeta e di un uomo d’altri tempi, vissuto a Torremaggiore.

 

Ricordare...

Cosa spinge una persona a scrivere del proprio paese? Senz’altro l’amore che nutre per la sua comunità dove è nato, cresciuto e continua, pur con grandi sacrifici, a vivere. Ma non è solo questo.

 
Sabato 20 e domenica 21 settembre

Che la grande festa degli italiani cominci: a Peterborough

17/09/2014

And then without further ado, the Italian Festival will return for its sixth year on 20 and 21 September. New for this year are performances by a Sicilian brass band and Italian pop group, boxing demonstrations and a display of Italian cars. Also returning is a pop-up restaurant on Cathedral Square on the Saturday night. Peterborough is set to host a feast of all things Italian with the city’s two-day Italian Festival returning to Cathedral Square on Saturday 20 and Sunday 21 September 2014.

 
  • Carapelleide. L’urlo e l’insulto si configura come un monumento alla stupidità, alla stoltezza di chi crede che, gridando e schiamazzando, si possano affermare le proprie idee e che la rissa sia l’unica via possibile della dialettica politica odierna, mentre la sostanza delle cose e i problemi concreti della gente diventano optional da affrontare nei ritagli di tempo.

    n., Carapelleide

Prezzo di vendita 12,00

Commenti 0

Dettaglio prodotto

ISBN 9.788.865.721.353

Collana Coriandoli

Anno Pubblicazione 10/12/2014

N° Pagine 130

Tipo edizione Brossura

Numero edizione 14X21

Disponibilità Si

Carapelleide

Esprimi il tuo giudizio

L'urlo e l'insulto

Carapelleide. L’urlo e l’insulto si configura come un monumento alla stupidità, alla stoltezza di chi crede che, gridando e schiamazzando, si possano affermare le proprie idee e che la rissa sia l’unica via possibile della dialettica politica odierna, mentre la sostanza delle cose e i problemi concreti della gente diventano optional da affrontare nei ritagli di tempo.

Il primo termine del titolo del pamphlet contiene già la chiave di lettura, perché sembra far riferimento ad un’opera epica suggerita dal suffisso -eide che vuole richiamare l’Eneide, mentre in realtà apre il sipario sulle «gesta» dei tanti personaggi donchisciotteschi che si muovono nell’universo carapellese e su quelle dei loro bizzarri clientes, disponibili a vestire i panni di Sancho Pansa e a seguire, a dorso dei propri ronzini, l’ onnipotente patronus, ognuno «… con un gran desiderio di diventare governatore dell’isola» promessagli, al pari del fido scudiero dell’hidalgo spagnolo Alonso Quijano, protagonista del Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes Saavedra). La seconda parte del titolo designa, invece, le due connotazioni negative della politica di oggi, quelle che la rendono decisamente “brutale” e “brutta”, facendola regredire nel cul-de-sac del degrado, della barbarie e dell’inciviltà.

Nella stessa collana: