I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

Alessia Roberta Scopece

Un invito, poi un viaggio

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 

Foggiani

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 

Il Maestro Rotelli

ù"Il Maestro Rotelli" vuole essere un omaggio ad un conterraneo artigiano del linguaggio, ad un’artista del verso che, come altri della sua generazione, scrive per dovere morale. È concepito per celebrare l’eclettismo, la mitopoiesi e soprattutto l’onestà e il coraggio di un poeta e di un uomo d’altri tempi, vissuto a Torremaggiore.

 

Ricordare...

Cosa spinge una persona a scrivere del proprio paese? Senz’altro l’amore che nutre per la sua comunità dove è nato, cresciuto e continua, pur con grandi sacrifici, a vivere. Ma non è solo questo.

 
Sabato 20 e domenica 21 settembre

Che la grande festa degli italiani cominci: a Peterborough

17/09/2014

And then without further ado, the Italian Festival will return for its sixth year on 20 and 21 September. New for this year are performances by a Sicilian brass band and Italian pop group, boxing demonstrations and a display of Italian cars. Also returning is a pop-up restaurant on Cathedral Square on the Saturday night. Peterborough is set to host a feast of all things Italian with the city’s two-day Italian Festival returning to Cathedral Square on Saturday 20 and Sunday 21 September 2014.

 
  • Viaggio a tappe diffusosi in Europa già a partire dal XV secolo, il Grand Tour attraversò una fase aurea nel ‘700, specialmente nella seconda metà di questo secolo, sùbito dopo le scoperte dei siti di Ercolano e di Pompei. 

    n., L’antiquité face à face

Prezzo di vendita 25,00

Commenti 0

Dettaglio prodotto

ISBN 9.788.865.721.346

Curatore G. Cipriani - T. Ragno

Collana Echo

Anno Pubblicazione 10/12/2014

Legatura Brossura, cucitura filo refe

Dimensioni 14X21

N° Pagine 208

Numero edizione I

Disponibilità Si

A cura di Giovanni Cipriani e Tiziana Ragno

L’antiquité face à face

Esprimi il tuo giudizio

Il Grand Tour e l’esperienza del classico

Viaggio a tappe diffusosi in Europa già a partire dal XV secolo, il Grand Tour attraversò una fase aurea nel ‘700, specialmente nella seconda metà di questo secolo, sùbito dopo le scoperte dei siti di Ercolano e di Pompei. 

Proprio l’archeomania, che trasse ampio spunto dagli eclatanti rinvenimenti campani, fornì varie occasioni di ricezione e adattamento, in sede letteraria e artistica, di temi, di personaggi e, in generale, di soggetti collegati all’età classica e specialmente all’immaginario di Roma antica. Praticata dai giovani rampolli delle famiglie aristocratiche (e in seguito dai figli della classe borghese in ascesa), ma anche dagli artisti e dagli uomini di cultura in genere (spesso tutores che accompagnavano i giovani nel viaggio), oltre che da molti uomini politici, diplomatici e poi da poeti, artisti e letterati, l’idea del viaggio di ‘istruzione’ nell’Europa continentale e in particolare in Italia ebbe origine in Inghilterra e da lì si irradiò in altre aree dell’occidente europeo (la Francia, modello di stile e sofisticazione, e la Germania soprattutto).

Il volume comprende i seguenti contributi:

- Stefano Bronzini, Edward Gibbon e il Grand Tour nella biblioteca della Storia;

- Vicente Cristóbal, Spagnoli per l’Italia. Alcuni casi notevoli e curiosi;

- Francesco De Martino, Filosofi greci tra grand e petit tour;

- Stefan Nienhaus, Reinventare se stesso. Il superamento del Grand Tour nel Viaggio in Italia di Goethe;

- Rossella Palmieri, «Quei succhi meravigliosi della lava del Vesuvio»: Musset e l’Italia;

- Livia Semerari, Il Grand Tour. La cultura d’immagine fra ’800 e ’900;

- Marisa Squillante, Ich verzieh es allen, die in Neapel von Sinnen kommen: gli Inferi napoletani.

Nella stessa collana: