I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

Scelti da voi

Alessia Roberta Scopece

Un invito, poi un viaggio

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 

Foggiani

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 

Il Maestro Rotelli

ù"Il Maestro Rotelli" vuole essere un omaggio ad un conterraneo artigiano del linguaggio, ad un’artista del verso che, come altri della sua generazione, scrive per dovere morale. È concepito per celebrare l’eclettismo, la mitopoiesi e soprattutto l’onestà e il coraggio di un poeta e di un uomo d’altri tempi, vissuto a Torremaggiore.

 

Ricordare...

Cosa spinge una persona a scrivere del proprio paese? Senz’altro l’amore che nutre per la sua comunità dove è nato, cresciuto e continua, pur con grandi sacrifici, a vivere. Ma non è solo questo.

 
Sabato 20 e domenica 21 settembre

Che la grande festa degli italiani cominci: a Peterborough

17/09/2014

And then without further ado, the Italian Festival will return for its sixth year on 20 and 21 September. New for this year are performances by a Sicilian brass band and Italian pop group, boxing demonstrations and a display of Italian cars. Also returning is a pop-up restaurant on Cathedral Square on the Saturday night. Peterborough is set to host a feast of all things Italian with the city’s two-day Italian Festival returning to Cathedral Square on Saturday 20 and Sunday 21 September 2014.

 
  • «Orbene, vedo trasfigurarsi ai miei occhi tutte le figure dei miei colleghi e amici e tutte le loro personalità in una grande e maestosa biblioteca: ognuna/ognuno di loro costituisce uno scaffale di libri a sé, ma al contempo confinante, orizzontalmente e verticalmente, con gli altri scaffali, dando vita a una straordinaria enciclopedia dei saperi umanistici, fonte di documentazione, ispirazione, eredità, trasmissione di quanto è stato scoperto e depositato da altri e di quanto è stato scoperto e messo a disposizione da loro stessi, in una continuità incessante di conoscenze, riflessioni, acquisizioni. Sono orgoglioso di farne parte, ma sono ancor più felice se penso che quello che abbiamo fatto in questi quasi vent’anni continuerà, grazie alla ricerca e alla didattica, a crescere e a diffondersi, in virtù di quella che i Latini avrebbero definito giustamente industria felix» (G. Cipriani)

    n., Scienze umane tra ricerca e didattica vol. II

Prezzo di vendita 35,00

Commenti 0

Dettaglio prodotto

ISBN 9.788.865.722.176

Curatore G. Cipriani - A. Cagnolati

Collana VestigiA

Anno Pubblicazione 23/12/2019

Paese di pubblicazione Italia

Legatura Brossura

Dimensioni 15x23

N° Pagine 520

Lingua Testo italiano - latino - greco - spagnolo

Disponibilità Si

Atti del Convegno Internazionale di Studi (Foggia, 24-26 settembre 2018)

Scienze umane tra ricerca e didattica vol. II

Esprimi il tuo giudizio

Le frontiere della didattica tra discipline, competenze e strategie di apprendimento

«Orbene, vedo trasfigurarsi ai miei occhi tutte le figure dei miei colleghi e amici e tutte le loro personalità in una grande e maestosa biblioteca: ognuna/ognuno di loro costituisce uno scaffale di libri a sé, ma al contempo confinante, orizzontalmente e verticalmente, con gli altri scaffali, dando vita a una straordinaria enciclopedia dei saperi umanistici, fonte di documentazione, ispirazione, eredità, trasmissione di quanto è stato scoperto e depositato da altri e di quanto è stato scoperto e messo a disposizione da loro stessi, in una continuità incessante di conoscenze, riflessioni, acquisizioni. Sono orgoglioso di farne parte, ma sono ancor più felice se penso che quello che abbiamo fatto in questi quasi vent’anni continuerà, grazie alla ricerca e alla didattica, a crescere e a diffondersi, in virtù di quella che i Latini avrebbero definito giustamente industria felix» (G. Cipriani)

Indice dei contributi:

Prefazione di Grazia Maria Masselli 

Introduzione di Giovanni Cipriani 

Prima sezione: DALL’ANTICHITÀ ALLA CONTEMPORANEITÀ: IL LATINO TRA HUMANITAS E DIDAXIS

Dal lessico alla storia della cultura: una prospettiva didattica sul concetto di autorità dei classici di Fabio Gasti 

Il lessico latino tra pratica didattica e certificazione linguistica di Antonella Tedeschi 

Dum inter homines sumus, colamus humanitatem. Ripartire dal latino di Teresa D’Errico 

Imparare il latino leggendo gli auctores: l’insegnamento nella scuola antica (e una proposta per quella attuale) di Concetta Longobardi

Seconda sezione: LA DIDATTICA DELL’ITALIANO E IL CANONE LETTERARIO

Le nuove frontiere dell’italianistica: didattica, ricerca e nuove tecnologie di Domenico Defilippis 

Per un canone letterario dell’istruzione secondaria liceale. Dalla teoria del canone alla documentazione ministeriale di Gianni Antonio Palumbo 

La letteratura italiana e il canone del Novecento: tra la selezione “di merito” e il lavoro del docente di Antonio R. Daniele 

«La poesia della scuola». Riflessioni di didattica poetica di Itala Tambasco 

Competenza intertestuale di Pierangela Izzi 

Un percorso di ricerca e didattica sulla letteratura nel territorio di Capitanata di Rosa Affatato 

In cerca di competenze: le risorse dell’italiano di Francesco Giuliani 

Didattica dell’italiano nel triennio dei licei: l’occasione del liceo quadriennale di Gianfranco Claudione 

Terza sezione: IL SENSO DEI LUOGHI

Geografia e sentimento dei luoghi: il “lovemark” come prospettiva di didattica e ricerca di Rosanna Russo 

Esperienze e proposte didattiche per l’educazione al paesaggio: i paesaggi identificati dagli alunni di Anna Bozzi 

Scienze umane nelle transizioni territoriali. Ricerca, Didattica, Terza Missione. L’esempio della transizione energetica territoriale di Andrea Riggio 

I paesaggi disegnati di Andrea Pazienza. Una proposta didattica per l’educazione al paesaggio di Valerio Carangella 

Quarta sezione: STRATEGIE DIDATTICHE, METODOLOGIE E PRASSI FORMATIVE

Didattica ed innovazione di Maria Aida Episcopo 

Università e alternanza scuola-lavoro. Esperienze-ponte per ripensare la formazione di Daniela Dato 

Il tirocinio universitario e la qualità della didattica di Núria Rajadell-Puiggròs

L’educatore 0-6 anni. Percorsi di formazione montessoriana di Barbara De Serio 

Promozione della cultura, potenziamento dei saperi e delle competenze di Caterina Valentino 

In classe con Leonardo. Linguaggi della scienza e AlternanzaScuola-Lavoro di Luigi Traetta e Cristina Romano 

L’Alternanza scuola-lavoro: idee, progetti, creazioni di Rossella Palmieri 

Corpo-mente-emozione-relazione di Maria Incoronata Faretra 

Diritti violati, diritti negati di Franca Dente 

Quinta sezione: EDUCAZIONE E COMPLESSITÀ DEI SAPERI

L’unitarietà del sapere pedagogico tra teoria e prassi educative. Dalla scuola dell’infanzia all’università e oltre di Isabella Loiodice 

Pensiero della complessità e didattica della carezza di Laura Marchetti 

Competenze digitali, nuovi ambienti di apprendimento e professionalità docente di Anna Dipace

Discipline e complessità: sapere e saperi al crocevia tra replica e pensiero di Antonia Chiara Scardicchio 

Comunicazione di genere ed editoria per l’infanzia di Donatella Caione 

Educare alla responsabilità nella società dell’individualismo di Anna Grazia Lopez 

Il teatro laboratorio di capitale umano: da Romeo and Juliet a Skam di Loredana Cassano 

Le discipline storiche tra didattica e ricerca di Saverio Russo 

La ‘didattica’ del cuoco (Alexis, fr. 140 Kassel - Austin) di Menico Caroli 

La filigrana dell’Immaginario. Note sulla letteratura fantasy di Antonella Cagnolati

Nella stessa collana: